Stampa

Diventa un mediatore

foto diventa un mediatore

Da quando in Italia la Mediazione è diventata obbligatoria per alcune materie, c'è  in Italia una grande necessità di mediatori perché sempre più persone scelgono di tentare un procedimento di conciliazione per risolvere una controversia. Siamo alla costante ricerca di mediatori e collaboratori per fare fronte al crescente numero di procedimenti avviati presso il nostro Organismo. Scopri come diventare mediatore InMediaLex. 

Chi può diventare mediatore professionista?

Non tutti possono diventare mediatori professionisti

I requisiti per poter accedere al Corso di formazione per mediatori civili sono:

titolo di studio non inferiore al diploma di laurea triennale oppure iscrizione ad un ordine o collegio professionale con il possesso di una formazione specifica per la mediazione acquisita presso Enti di formazione accreditati al Ministero della Giustizia.

Che cosa fa il mediatore professionista?

La figura del mediatore è essenziale per guidare due parti in conflitto verso la risoluzione di una controversia. 

Per questa ragione, il mediatore deve avere una buona sensibilità, spiccate doti comunicative e una profonda conoscenza delle materie di mediazione. Inoltre, deve essere paziente e saper ascoltare, perché l'obiettivo del mediatore non è stabilire chi ha ragione e torto ma cercare una soluzione soddisfacente per entrambe le parti, per raggiungere il traguardo della conciliazione amichevole.

Come si diventa mediatore professionista?

Diventare mediatore professionista è molto semplice.

1. Presenta la tua domanda di iscrizione al Corso di formazione per mediatori civili e frequenta il corso di 50 ore di InMediaLex

2. Presenta la tua domanda di iscrizione nell'elenco dei mediatori presso non più di cinque organismi di mediazione accreditati dal Ministero della Giustizia.

3. Per lavorare e diffondere la cultura della mediazione puoi affiliarti ad InMediaLex, partecipare ed organizzare incontri e seminari sulla Mediazione.

Quali sono gli obblighi del mediatore

  • Non può lavorare per più di cinque Organismi di mediazione contemporaneamente.
  • Può scegliere di concedere l'esclusiva ad un Organismo di mediazione prescelto.
  • Ha l'obbligo di riservatezza su tutto quanto concerne le mediazioni di cui si occupa.
  • Non può assolutamente percepire compensi direttamente dalle parti.
  • All'atto dell'incarico, il mediatore ha l'obbligo di sottoscrivere una dichiarazione di imparzialità

Quali sono gli obblighi per l'Organismo di mediazione

Un Organismo di mediazione deve aver ricevuto la disponibilità esclusiva di almeno 5 mediatori (fanno eccezione le Camere di commercio e gli organismi camerali)